Tesla, fabbrica in tilt: Troppa automazione, fattore umano sottovalutato

mano del robot sorregge il mondo 640x372Avrebbe dovuto essere la “fabbrica ideale”, “Una macchina che costruisce macchine”, come l’aveva definita lo stesso Musk, fondatore di Tesla e SpaceX . Una strategia che avrebbe dovuto  far scendere i costi di produzione ma che, come il leader dell’azienda ha riconosciuto, non ha funzionato a dovere.

Troppa automazione e eccessiva sottovalutazione del fattore umano, come riportato da innovationpost.it.

Dopo pochi mesi la “fabbrica ideale”, dove si costruisce la Model 3, la Tesla da 35 mila dollari, ha subito un altro stop.

Ma Musk non si è limitato a questo anzi, nel corso di un’intervista alla CBS ha ammesso di essere “Decisamente sotto stress” raccontando di essersi trasferito giorno e notte nella fabbrica per prendere il controllo della situazione a causa di un forte ritardo nella produzione che doveva aggirarsi, con il nuovo anno, attorno a una quota di 5 mila auto al mese mentre resta, per adesso, ferma alle 2 mila unità e che difficilmente riuscirà a raggiungere in tempo utile la quota obiettivo, che era quella dei 500 mila preordini.

L’ammissione di Elon Musk costringe a ripensare ancora una volta al ruolo dell’uomo nel processo produttivo, anche in quello di livello più basso. Nello stabilimento di Freemont, infatti, Musk aveva cercato di iper-automatizzare tutto il processo produttivo, arrivando anche a robotizzare le linee finali, con un investimento che, tra l’altro, era costato quasi il doppio rispetto a una fabbrica tradizionale.

Ora che questo progetto sembra, per sua stessa ammissione, fallito bisogna pensare a quali possono essere gli equilibri futuri tra automazione e intervento umano. Secondo il prof. Giambattista Gruosso del Politecnico di Milano “La differenza tra l’automazione e l’uomo è che se spegni l’automazione la fabbrica non produce, mentre l’uomo è sempre in grado di elaborare soluzioni e processi alternativi”.

Alfredo Santaniello

Alfredo Santaniello

Content Manager at Cogent
Appassionato di nuove tecnologie e sempre attento ai trend dell'industria 4.0, Alfredo si occupa di trovare contenuti che aiutino le imprese italiane ad affrontare le nuove sfide della quarta rivoluzione industriale.
Alfredo Santaniello

Alfredo Santaniello

Appassionato di nuove tecnologie e sempre attento ai trend dell'industria 4.0, Alfredo si occupa di trovare contenuti che aiutino le imprese italiane ad affrontare le nuove sfide della quarta rivoluzione industriale.

alfredo-santaniello has 26 posts and counting.See all posts by alfredo-santaniello