Le startup conquistano cinque settori

innovation 640x372Un’analisi, pubblicata dal portale eu-startups.com, ci indica alcuni settori ritenuti pronti a cavalcare l’effetto “disruption” (dirompente) apportato dalle nuove imprese innovative: assicurazioni, educazione, ricerca medica, consulenza legale e sostenibilità ambientale.

Le startup, a partire dal 2013, hanno generato un effetto dirompente, e hanno  rotto gli equilibri di settori anche fortemente regolamentati e con fortissime barriere all’ingresso.

Nel settore delle assicurazioni, il fenomeno insurtech ha i connotati di interfacce “user friendly” e servizi flessibili e a basso costo, di soluzioni più facilmente accessibili e fruibili, online o via app mobile, di quelle offerte dalle compagnie tradizionali. Dalle micro-polizze personalizzabili per l’assistenza sanitaria e ospedaliera, all’ assicurazione per la casa che sfrutta sensori intelligenti, come riportato da ilsole24ore.com.

Gli investimenti nelle insurtech, nel corso del 2017, sono cresciuti del 32% rispetto all’anno precedente arrivando a toccare i 2,3 miliardi di dollari (lo dice un recente report di Accenture basato su dati CB Insights), con oltre 330 deal conclusi. L’Europa, in questo cambio di orizzonte, gioca un ruolo decisivo: l’anno passato il valore delle operazioni è cresciuto del 385% sfiorando quota 680 milioni di dollari e oltre la metà di questa cifra (364 milioni) ha interessato startup del Regno Unito. Mentre nel 2017, secondo CB Insights, i finanziamenti dei venture capital nelle startup che operano nel campo dell’istruzione hanno sfiorato i tre miliardi di dollari.

L’intelligenza artificiale è la tecnologia che guida la rivoluzione non solo nel settore dell’ educazione, come  i sistemi pensati per garantire l’autenticazione di esami e test online usati presso numerose università, ma anche nel settore medico, con l’ uso di tecnologie in grado di rilevare il cancro utilizzando solo campioni di sangue, e nel settore legale, dove una delle tante startup del legal tech ha attirato l’attenzione di importanti venture capital, raccogliendo dal 2013 a oggi alcune decine di milioni di dollari, grazie a un software in grado di suggerire, in pochi secondi, rilevanti casi legali del passato semplicemente leggendo degli appunti.

Nel settore della sostenibilità ambientale si registrano importanti innovazioni fra cui un dispositivo (Kaalink) in grado di catturare fino al 95% delle emissioni di carbonio prodotte da veicoli e camini prima che entrino nell’atmosfera, trasformando le polveri raccolte in uno speciale inchiostro per usi diversi, dalla serigrafia alla pittura a olio. Si è calcolato che, fino a oggi, questa tecnologia abbia “pulito” 1,6 trilioni di litri d’aria. Ma siamo solo agli inizi. Se installato sulle flotte di autobus e taxi, gli effetti potenziali sulla riduzione dell’inquinamento atmosferico sarebbero impressionanti.

Alfredo Santaniello

Alfredo Santaniello

Content Manager at Cogent
Appassionato di nuove tecnologie e sempre attento ai trend dell'industria 4.0, Alfredo si occupa di trovare contenuti che aiutino le imprese italiane ad affrontare le nuove sfide della quarta rivoluzione industriale.
Alfredo Santaniello

Alfredo Santaniello

Appassionato di nuove tecnologie e sempre attento ai trend dell'industria 4.0, Alfredo si occupa di trovare contenuti che aiutino le imprese italiane ad affrontare le nuove sfide della quarta rivoluzione industriale.

alfredo-santaniello has 35 posts and counting.See all posts by alfredo-santaniello