La nuova generazione di ascensori

Ascensore orizzontale Multi 640x372La ThyssenKrupp annuncia l’avvento di una nuova era della mobilità degli edifici:

L’intenso processo di urbanizzazione in tutto il mondo porta sempre più persone nelle città, i cui confini spesso si fondono dando luogo a megalopoli in cui la carenza di spazio si trasforma in altre antieconomiche carenze: da un lato nasce l’esigenza di edifici che siano di maggiori dimensioni e più alti poiché devono assorbire la crescente percentuale di popolazione che si muove verso le megalopoli.

Da tale esigenza nasce il bisogno di ascensori più intelligenti e più veloci, che siano anche in grado di liberare l’architettura urbana da quei vincoli di natura tecnica che sono imposti dall’attuale concetto di ascensore, paragonabile al collegamento ferroviario tra due città che usi un solo binario e uno solo treno per volta, con uno spreco di risorse in termini non solo di efficienza degli impianti di elevazione, ma generando inefficienze e limitazioni anche nelle strutture architettoniche e nella vita delle persone. “Ogni anno” commentava l’AD di ThyssenKrupp nel 2014, “i newyorkesi passano complessivamente 16,6 anni aspettando l’ascensore, e 5,9 anni dentro agli ascensori stessi, come riportato da tomshw.it.

MULTI è l’ ascensore senza alcun cavo, poiché usa motori lineari simili a quelli dei treni maglev e HyperLoop, per muoversi non solo sull’asse verticale, ma anche su quello orizzontale, come riporta un altro articolo di tomshw.it.

Più cabine che si muovono all’interno di un singolo vano, in loop, simile ad un sistema metropolitano verticale che è destinato a rivoluzionare il concetto di mobilità all’interno degli edifici del futuro.

MULTI non usa cavi. Si muove invece su binari magnetici distribuiti nell’edificio che fungono da motori lineari, usando campi magnetici.

Le cabine si muovono a 5 m/s (18 Km/h) senza soluzione di continuità. La circolazione sarebbe quindi costante, e questo ridurrebbe fortemente anche i tempi di attesa.

Quando una cabina si ferma su un piano, queste rotaie possono ruotare in modo che l’ascensore si possa spostare verso sinistra o destra piuttosto che continuare verso l’alto o il basso.

La visione di ThyssenKrupp è un sistema fatto di diversi condotti disposti uno accanto all’altro, in modo che il software possa gestire i percorsi delle cabine ed evitare la congestione, permettendo alle persone di risparmiare tempo.

MULTI cambierebbe anche aspetti importanti nel campo dell’ edilizia, consentendo di costruire edifici non solo più grandi e più alti, ma anche fra di loro interconnessi, capaci di ospitare più persone e di far transitare più persone allo stesso tempo, rivoluzionando in tal modo anche il settore dell’urbanistica, permettendo agli architetti di progettare edifici in forme e stili diversi, a partire da una riduzione del 50%, dello spazio dedicato agli ascensori all’interno dell’edificio.

L’edificio ideale per sfruttare MULTI è alto almeno 300 metri, ma “questo sistema non è vincolato all’altezza del palazzo”, si legge sul comunicato stampa, “la progettazione non sarà più limitata dall’altezza o dall’allineamento verticale dei pozzi, e si apriranno così possibilità per gli architetti e i progettisti che prima erano inimmaginabili”.

La tecnologia a motore lineare potrebbe risolvere un problema importante che riguarda i grattacieli odierni. Come scrive Wired UK, gli ascensori attuali permettono di salire in sicurezza su un tratto continuo per 487 metri (1600 piedi), perciò negli edifici più alti devono esserci numerosi ascensori per portare le persone in cima.

La fonte tomshw.it  riporta un problema di costo: MULTI  costa circa cinque volte di più dei sistemi tradizionali.

Alfredo Santaniello

Alfredo Santaniello

Content Manager at Cogent
Appassionato di nuove tecnologie e sempre attento ai trend dell'industria 4.0, Alfredo si occupa di trovare contenuti che aiutino le imprese italiane ad affrontare le nuove sfide della quarta rivoluzione industriale.
Alfredo Santaniello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.