Il mercato della strumentazione e dell’analisi per l’industria di processo

Giunge alla nona edizione l’appuntamento con l’Osservatorio Cogent sul settore della strumentazione e dell’analisi per l’industria di processo.

I segmenti di mercato analizzati in questa sessione sono:

1- strumentazione industriale di misura (pressioni, temperature, livelli e portate)

2- analisi dei gas e dei liquidi

L’indagine è stata condotta nella prima parte dell’anno e pertanto i dati raccolti sul 2018 sono di natura previsionale.

L’indagine, come da tradizione, è stata realizzata anche quest’anno attraverso interviste personali ai responsabili di prodotto e/o responsabili vendite delle aziende campione.

Il valore di mercato del campione è costruito sulla base della sommatoria dei valori di ordinato (riferiti all’anno solare) delle singole aziende e proveniente da clientela italiana (vendite Italia + estero indiretto). E’ pertanto escluso il valore di ordinato proveniente dall’estero diretto.

Dimensioni e trend del mercato

Dimensioni e trend del mercato
Dimensioni e trend del mercato

Il mercato nel suo complesso, così come è stato definito sopra, ha raggiunto nel 2017 un valore di ordinato pari a 331,7 milioni di euro, in crescita rispetto all’anno precedente.

Per il 2018, si prevede un valore complessivo di ordinato che sfiora i 330 milioni di euro, in leggero calo (stimato attorno al -0,7%) rispetto al 2017.

Se si considera il periodo 2014-2018, il mercato è cresciuto ad un tasso medio annuo contenuto, pari al +1,7%.

Osservando più in dettaglio l’andamento dei singoli segmenti di mercato, si evince che il valore di ordinato legato alla strumentazione industriale, dopo una crescita registrata nel 2017, dovrebbe calare leggermente (– 0,9%) e attestarsi nel 2018 attorno ai 231 milioni di euro.

In particolare, si prevede una flessione delle misure di pressione (- 10,0%), delle temperature (-3,8%) e degli ultrasuoni per gas (-16,7%). Dovrebbero invece crescere le misure di livello (+2,9%), i massici (+6,5%), i magnetici (+5,9%) e i vortex (+8,3%).

Per quanto riguarda il mercato dell’analisi, dopo la crescita del 2017, le previsioni per il 2018 sono di un leggero calo(-0,4%). Va tuttavia sottolineato che mentre per l’analisi dei gas è prevista una flessione del -5,0% (- 3,4% per la parte processo e -6,9% per le emissioni),  per l’analisi dei  liquidi si prevede invece una crescita significativa (+ 7,3%).

Totale mercato (strumentazione industriale + analisi): ripartizione per industry

Industry e canali di vendita

Considerando il mercato di riferimento (strumentazione industriale + analisi), la principale industry servita risulta il chimico e petrolchimico (che assorbe il 19% del totale). 

L’oil&gas (con il 16,3%) rappresenta il secondo mercato in termini di importanza. Seguono, nell’ordine: F&B (12,2%), raffinazione (10,4%), water (9,3%), power (8,8%) e farmaceutica (5,6%).

Anche considerando il solo mercato della strumentazione industriale, il chimico e petrolchimico rappresentano il principale mercato di sbocco (18%), seguito da F&B, oil&gas, raffinazione, water, farmaceutica e power. 

Per quanto riguarda invece i canali di vendita, si rileva un calo dell’ordinato proveniente dagli OEM, legato ad un tendenziale rallentamento delle esportazioni. Cresce leggermente il peso degli End User. Si mantiene invece sostanzialmente stabile l’incidenza percentuale delle EPC.

Gli end user pesano particolarmente nell’analisi, mentre gli OEM rimangono un canale importante nella strumentazione industriale.

Un ruolo significativo, all’interno della voce “other”, ricoprono i rivenditori e i system integrator.

Totale mercato: ripartizione per tipologia di clientela

Umberto Cè

Co-Founder at Cogent
Laureatosi all’Università L. Bocconi di Milano, ha lavorato per numerosi anni presso il Gruppo Cerved dove ha sviluppato una profonda esperienza nella competitive analysis e nella consulenza strategica. Per anni si è poi occupato di temi e progetti di riorganizzazione aziendale.
Nel 2002 ha costituito Cogent e, coerentemente con la realizzazione della mission aziendale, si occupa di analisi di mercato e consulenza strategica e organizzativa. I settori di industry all'interno dei quali è più frequentemente coinvolto come client e project leader sono l'automazione industriale, la meccanica e l'elettromeccanica, il food&beverage, i servizi alle imprese (cleaning professionale, agenzie per il lavoro, ecc.).
E' stato docente in corsi universitari e corsi master post laurea su temi di marketing e strategia di impresa.
Umberto Cè